Orecchione Sardo (Plecotus sardus)

In relazione ai dati finora a disposizione, l’Orecchione sardo risulta essere l’unica specie endemica dell’Italia. La sua presenza è stata accertata nelle zone calcaree de Supramonte di Oliena e di Baunei, ed attorno al complesso montuoso del Gennargentu.

Scoperto di recente, era sfuggito ad una serie di studi che da sempre hanno interessato la Sardegna. Il carattere morfologico più evidente che distingue il Plecotus sardus dalle altre specie di Orecchioni è la forma del trago. Si differenzia inoltre per il colore della pelliccia, la dimensione del piede, la lunghezza del pollice. Lunghezza testa-tronco 45 mm.

Ben poco si sa sull’ecologia e sull’habitat di questa specie, pare sia stato segnalato nelle zone calcaree del Supramonte di Oliena e di Balnei e nelle aree boschive ai piedi del Monte Gennargentu, sino al Lago Omodeo. Utilizza principalmente aree boschive a quote medio-basse e trova rifugio in grotte, cavità ipogee, e soffitte buie. Niente è noto attualmente sulle attività di caccia.

Fonte: SardegnaForeste.it

Hanno risposto correttamente:
1. Daniela Piras che guadagna 3 punti
2. Monica Mereu che guadagna 2 punti
3. Cristina Mamusi che guadagna 1 punto

La classifica generale al 21 maggio 2020

Daniela Piras (8)
Marta Guarino Amato (6)
Monica Mereu
(4)
Francesca Soledad
(2)
Cristina Mamusi
(2)
Marina Puggioni
(1)
Emanuela Ricci
(1)