L’ultimo sorriso di Sunder City” è il primo libro di Luke Arnold, edito in Italia per Nua Edizioni. Luke Arnold, conosciuto al grande pubblico italiano come attore, – nelle parti, ad esempio, di Long John Silver in Black Sails e protagonista in Glitch -, è anche sceneggiatore, regista e scrittore. “L’ultimo sorriso di Sunder City” è il suo romanzo di esordio.

L’autore sceglie il genere fantasy per raccontare una storia ideata prima della pandemia, ma non senza suggestioni con il presente. Vaghe ispirazioni attinte dal romanzo distopico, una trama che ha elementi di noir e di giallo si intrecciano nelle vicende di Fetch Phillips, investigatore dal passato misterioso.

Che cosa succede in un mondo in cui muore la magia? Quali conseguenze per la natura e per l’uomo? Come si legge nel retro di copertina, “nella guerra tra umani e creature magiche, Fetch Phillips ha combattuto dalla parte sbagliata, e con le sue azioni ha contribuito a prosciugare il mondo da ogni incanto. Ora lavora per le strade di Sunder City, accettando lavori occasionali ma cercando di soccorrere le vite che ha rovinato (…) Quando però scompare una giovane sirena, Fetch scopre che il loro mondo cupo nasconde ancora dei mostri, e lui farebbe bene a mettere la testa a posto prima che ritornino alla luce”.

Luke Arnold è nato in Australia e ha passato gli ultimi dieci anni a viaggiare per il mondo, recitando ruoli iconici come quello di Long John Silver nella serie vincitrice di tre Emmy, Black Sails, e quello di Michael Hutchence nella miniserie dedicata agli INXS, Never Tear Us Apart, per cui è stato anche premiato. Quando non recita, Luke fa lo sceneggiatore, il regista e lo scrittore. È ambasciatore di Save the Children Australia. “L’ultimo sorriso di Sunder City” è il suo romanzo di debutto.

Titolo: L’ultimo sorriso di Sunder City
Autore: Luke Arnold
Genere: Narrativa contemporanea
Casa Editrice: Nua
Pagine:
Prezzo: €14,25
ISBN: 978-8831399036