Nei venticinque racconti contenuti nella raccolta di Fabio ZuffantiAmori elusivi” è presente un campionario delle idiosincrasie, delle inquietudini e delle ossessioni dell’essere umano, che si acuiscono nel momento in cui si cerca di instaurare e mantenere una relazione di coppia.

L’autore narra infatti di tormentate, deliranti, esilaranti e grottesche storie d’amore, solo immaginate o già nate, in procinto di nascere (solitamente in avverse condizioni) o giunte al capolinea.

Nella raccolta si possono trovare racconti veloci e diretti, scritti con un linguaggio tagliente e privo di orpelli, e anche racconti più lenti e criptici, scritti con un linguaggio poetico ed evocativo.

L’amore elusivo è il fil rouge che lega le brevi storie, raccontate dal punto di vista di personaggi malinconici e fragili, specchio dei nostri tempi decadenti. Personaggi persi nei loro labirinti mentali, che a volte fanno fatica a distinguere la realtà dall’illusione, e che come criceti nella ruota annaspano tentando di arrivare da qualche parte, mentre non fanno altro che girare in tondo.

In storie surreali e paradossali l’autore tenta di far emergere la cruda verità sull’amore, perché ancora nessuno ha capito davvero cosa significhi questo sentimento, anche se tutti ne parlano, ne scrivono, ne cantano; e quando l’amore è quello romantico, la sua definizione diventa ancora più enigmatica, ancora più inafferrabile.

Ma se si riflette bene su questi racconti, sembra che l’amore alla fine abbia lo scopo di rivelare la natura più intima dell’essere umano: se è vero che in un rapporto di coppia non possiamo nascondere a lungo la nostra follia, soprattutto quando la relazione sta finendo e le maschere cadono inesorabilmente una dopo l’altra, è possibile che l’amore serva a riscoprirci nella nostra essenza più pura – benché spesso la presa di coscienza di ciò che siamo non confermi l’idea positiva che avevamo di noi stessi.

Nelle incomprensioni e nell’incomunicabilità, nella rabbia cieca e nei pensieri più opprimenti questi umanissimi personaggi rivelano al lettore la loro anima ferita, la loro consapevolezza di aver fallito, di essere lontani anni luce dalla perfezione. E proprio l’imperfezione diventa il nucleo principale di questi racconti: l’imperfezione dell’amore, l’imperfezione dell’uomo, l’imperfezione della vita; c’è struggimento e poesia in tale incompiutezza, perché i vuoti da riempire ci ricordano che c’è ancora tanta strada da fare e tanti traguardi da raggiungere, magari insieme a qualcuno che avrà il coraggio di amarci, e che avremo il coraggio di amare. Prima di rovinare tutto un’altra volta.

Titolo: Amori elusivi
Autore: Fabio Zuffanti
Genere: Raccolta di racconti
Casa Editrice: Les Flâneurs Edizioni
Collana: Bohemien
Pagine: 122
Prezzo: €10,00
ISBN: 978-88-313-14-237