Seconda sconfitta per la Dinamo Banco di Sardegna Sassari nella seconda giornata di Fiba Basketball Champions League. L’Ewe Basket Oldenburg espugna il PalaSerradimigni di Sassari imponendosi con il punteggio di 83-76 ed ora il cammino dei biancoverdi nella competizione europea si fa proibitivo. Tra le fila della Dinamo esordio stagionale di William Hatcher con 11 punti e 4/6 dal campo in 15’ di utilizzo.

Randolph apriva le danze e le squadre stavano sostanzialmente vicine. La Dinamo riusciva a maturare 4 lunghezze di vantaggio a 4’45” dalla prima sirena, con un gioco da tre punti di Jones, molto presente in questo frangente, ma l’Ewe Basket si riavvicinava. Hatcher, al suo esordio stagionale, metteva la sua firma appena entrato in campo ed il Banco chiudeva il periodo in volata, sul 29-24. Nel trionfo delle non difese.

Allen firmava una tripla in avvio di secondo periodo, ma la Dinamo si affidava prima a Stipcevic, poi ad Hacther e, soprattutto, ancora a Jones per trovare il proprio massimo vantaggio fino a quel momento, +6 (37-31) a 4’49” dall’intervallo. McConnel prendeva per mano i suoi e li riportava a ridosso dei biancoverdi (39-41), ma Bamforth e Randolph allungavano di nuovo, fino al 46-39 segnato a 1’03” dalla seconda sirena. Ingenuità della Dinamo a 58 centesimo di secondo dalla fine della frazione, quando consentiva all’Oldenburg di fare una comoda rimessa sull’uomo più attivo della serata, Paulding, e di andare a canestro. All’intervallo lungo il tabellone diceva 46-43 per la Dinamo.

La Dinamo provava subito ad andare via nella terza frazione, con Randolph e Jones, ma la risposta dell’Oldenburg era prontissima. Un ottimo break per il Banco arrivava dopo 3’ di gioco, con due triple consecutive di Bamforth, seguite da quelle di Stipcevic e Polonara, per un parziale di 12-3 che faceva volare i biancoverdi sul 61-51 a 3’59” dalla terza sirena. Ma nulla di fatto, perché anche stavolta i tedeschi rispondevano ed il quarto si chiudeva sul 64-61 per il Banco.

Partiva ancora forte la Dinamo negli ultimi 10’, con Jones ed una tripla di Hatcher, ma anche stavolta non riusciva a mantenere il vantaggio. Un antisportivo fischiato a Jones su Tadda lanciato in contropiede, favoriva la rimonta ospite che, a 4’45” dalla fine della gara, metteva addirittura il naso avanti con una tripla di Schwethelm (72-71). Dinamo in confusione, tanti tiri sbagliati; sbloccava la situazione Randolph, ma l’Ewe Basket era decisamente più tonico. Timeout di Pasquini quando il punteggio, a 3’07” dal termine, era di 76-73 per i tedeschi. Il minuto di sospensione non sortiva l’effetto desiderato ed al rientro sul parquet era ancora l’Oldenburg ad andare a canestro, mentre per la Dinamo era notte fonda. Era una tripla di Tadda a mettere la parola fine al match.