Vittoria esterna importante per la Dinamo Banco di Sardegna Sassari, che ha espugnato il campo della The Flexx Pistoia nella ventiseiesima giornata della Serie A di basket. La squadra allenata da coach Zare Markovski si è imposta con il punteggio di 80-69. Per l’allenatore macedone si tratta della prima vittoria sulla panchina biancoblù, arrivata dopo una settimana di “ritiro” al Geovillage di Olbia.

5-0 pistoiese in avvio di gara. Padroni di casa subito col piede sull’acceleratore, con Ivanov e Laquintana. La Dinamo si ritrovava e tornava a ridosso dei toscani, con B&B, Bamforth e Bostic, trovando il 5-7. La squadra di coach Esposito si mostrava però più quadrata e attenta e, progressivamente, allungava il passo, fino a toccare il +12, sul 24-12 a 2’43” dalla prima sirena. Negli ultimi istanti del quarto era Hatcher a caricarsi sulle spalle la propria squadra ed al 10’ il punteggio era di 28-19 per la The Flexx.

Folata Dinamo in apertura di seconda frazione, con Polonara ed una tripla di Tavernari, e squadre nuovamente vicine (28-24 per Pistoia a 7’37” dall’intervallo). I padroni di casa impiegavano circa 3’30” per ritrovare il canestro, anche se il Banco non ne approfittava del tutto. McGee e compagni producevano un nuovo allungo nella seconda metà del periodo, riprendendo nuovamente 12 lunghezze di vantaggio (38-26 a 2’46” dalla seconda sirena), poi si andava negli spogliatoi per la pausa lunga sul 40-32.

Botta e risposta tra le due squadre nel terzo quarto, fino a poco meno di metà frazione, quando la Dinamo premeva sull’acceleratore, e confezionava la rimonta decisiva. Con la complicità di un fallo tecnico fischiato ad Ivanov (piuttosto ingenuo, nonostante la sua esperienza) per proteste, i biancoblù infilavano un parziale di 9-0 che valeva il -1 (48-49) quando mancavano 5’34” dalla terza sirena. Hatcher era letteralmente immarcabile e portava i suoi sul +8, 61-53, prima che il quarto terminasse sul 61-56 sassarese.

Pistoia provava ad avvicinarsi nei primi minuti dell’ultima frazione, ma la Dinamo ora difendeva anche bene e la ricacciava indietro, volando sulla doppia cifra di vantaggio, 71-59, a 6’16” dalla fine del match, con Polonara molto attivo in questo frangente. Era la fuga decisiva, la The Flexx riusciva solo a dimezzare lo svantaggio per poi perdere nuovamente terreno.