Negativo esordio della Dinamo Banco di Sardegna Sassari nei playoff della Serie A di basket. La squadra di coach Federico Pasquini è stata sconfitta dalla Dolomiti Energia Trento in gara-1 dei quarti di finale, con il punteggio di 65-55. Scarto alla fine “generoso” con la Dinamo, che ha probabilmente sentito troppo la tensione della gara e prodotto decisamente poco. Gara-2 si disputerà ancora a Trento domenica 14.

Il primo canestro del match e della serie era di Trento, poi la Dinamo inanellava un parziale di 7-0 (5 punti di fila di Lydeka e 2 di Bell) che la portava avanti 7-2. La squadra di coach Buscaglia reagiva prontamente e, a 4’07” dalla prima sirena, il punteggio era nuovamente in perfetta parità, sul 9-9. Lawal e Lacey riallungavano il passo fino al 14-9, ma una tripla di Shields accorciava le distanze tra le due squadre e si chiudeva con un botta e risposta, sul 16-15 sassarese.

Buona partenza del Banco nel secondo periodo, ma sul 21-15 i biancoblù smettevano di segnare e per Trento c’era un controbreak di 9-0, col quale metteva il naso avanti sul 24-21 a poco più di metà frazione. Bell insaccava la tripla del pareggio, ma in campo c’era molta tensione, da ambo le parti per la verità. Trento era molto attenta in difesa e recuperava diversi palloni, ma in attacco concretizzava poco. Si andava negli spogliatoi con le due squadre vicine vicine, sul 27-26 per i padroni di casa.

Al rientro in campo la Dolomiti Energia premeva subito sull’acceleratore e con un pronto 9-2 si portava sul 36-28. La Dinamo era sempre più in difficoltà. Si ravvicinava momentaneamente con Stipcevic e Bell, poi però Trento proseguiva la sua corsa. Dinamo in bambola, Gomes diventato precisissimo dall’arco e padroni di casa sul 47-33. Un timeout di Pasquini non invertiva la tendenza e Trento chiudeva il terzo periodo avanti 52-34.

Negli ultimi 10’ di gioco Forray e compagni arrivavano fino al +23 (64-41), poi, nelle ultime battute di gara la Dinamo si lanciava in una rimonta impossibile, ma che almeno limitava il pesantissimo passivo.