La Dinamo Banco di Sardegna Sassari esce sconfitta dal campo della Juventus Utena, al termine di una gara nella quale è stata necessaria la disputa di un tempo supplementare. La formazione lituana si è imposta con il punteggio di 90-85 nella quinta giornata della Fiba Basketball Champions League.

Primo botta e risposta, poi erano i padroni di casa a portarsi sul +4 con due liberi di Buterlevicius (6-2). La Dinamo frenava l’allungo e a poco meno di metà frazione metteva per la prima volta il naso avanti sull’11-10, con Polonara. Le due squadre rimanevano vicine, a 2’30” dalla fine del quarto il punteggio era in perfetta parità (15-15) e terminava con i biancoverdi sassaresi avanti di una lunghezza, sul 20-19.

Il secondo periodo si apriva con una sfuriata di Dendy che, con sei punti consecutivi, portava l’Utena sul 25-20 e costringeva coach Pasquini a chiamare subito timeout. Al rientro in campo Hatcher insaccava una tripla, seguito poi da Tavernari. Planinic completava la rimonta e, a 7’12” dall’intervallo, il tabellone diceva 28-28. Equilibrio in campo e nuova parità a 2’40” dalla seconda sirena, sul 36-36, ma subito dopo i lituani producevano un allungo che li portava sul massimo vantaggio, +6, 42-36, scarto sul quale si andava poi negli spogliatoi per l’intervallo lungo (46-40).

Siksnius apriva le marcature nel terzo quarto e dava ai suoi il nuovo massimo vantaggio, sul 48-40. La Dinamo si aggrappava ad un buon momento di Planinic per risalire la china, poi una tripla di Bamforth segnava il -3, 49-52, a 6’28” dalla terza sirena. Il Banco aveva la possibilità di proseguire il recupero, ma non la sfruttava né in questo momento del match, né poco dopo, sul 53-56. Qualche palla persa di troppo per i biancoverdi e, a questo punto, si apriva una fuga della Juventus che, complice anche un fallo tecnico fischiato a Pasquini, volava sul +10 (65-55) a 2’06” dalla fine della frazione. Capitan Devecchi cercava di scuotere i suoi con due triple in un minuto, ma ad una manciata di secondi Bickauskis segnava il 70-63 di fine quarto.

L’avvio degli ultimi 10’ vedeva la Dinamo armare le bocche da fuoco Hatcher, Polonara e Bamforth. I sassaresi uscivano dai blocchi con un parziale di 12-0, frutto di quattro centri consecutivi dai 6.75 (una di Hatcher e Bamforth, due di Polonara) e passavano a condurre fino al 75-70, a 6’58” dall’ultima sirena. Dopo 4’ di digiuno, l’Utena ritrovava il canestro con Kupsas. Ora smetteva però di segnare la Dinamo e a 3’09” dalla fine del match il punteggio era nuovamente in parità, sul 75-75. Bamforth sbloccava finalmente l’attacco biancoverde quando mancavano 2’26” dal termine e con un 1/2 dalla lunetta un minuto dopo. Si andava all’ultimo giro di lancette con la Dinamo avanti 78-75. Scintille tra Bamforth e Dendy, fallo antisportivo fischiato ad entrambi, poi Dendy si faceva perdonare con la tripla del pareggio a 39” dalla fine della partita. Timeout di Pasquini, ma i 40’ finivano così e si andava all’overtime.

I primi due minuti del supplementare rimanevano immacolati, senza canestri, poi, a 2’44” dal 45’ Guscikas sbloccava le marcature con un 1/2 dalla lunetta, con contestuale quinto fallo commesso da Scott Bamforth. Finale da brividi, l’Utena riusciva a prendere un vantaggio di quattro lunghezze a 14” dalla sirena (87-83) ed al Banco non riusciva la rimonta.