Prima sconfitta per la Dinamo Banco di Sardegna Sassari nella Serie A di basket. La squadra di coach Pasquini è uscita battuta dal campo dell’Auxilium Fiat Torino con il punteggio di 92-97. Torino si conferma squadra ostica e destinata sicuramente ai piani alti della classifica. La nota positiva, per la Dinamo, è costituita dal rientro di Scott Bamforth.

La Dinamo usciva meglio dai blocchi e, con Randolph, Polonara e Jones si portava sul 7-2 dopo 2’ di gioco. La Fiat Torino, che aveva iniziato un po’ contratta, si ritrovava, portava in pochi minuti il punteggio in parità (9-9) e passava a condurre. Coach Pasquini tentava la carta Bamforth, che segnava un canestro appena messo piede in campo, ma non cambiava le sorti del match. Dopo il -1 (15-16) raggiunto con una tripla di Polonara a 3’35” dalla prima sirena, infatti, Torino piazzava un break di 6-0 che valeva il 22-15. Sassari schierava la difesa a zona, ma l’Auxilium muoveva bene la palla in attacco e allungava ancora di un punto. Pierre e Stipcevic davano la carica ai biancoblù, poi Patterson chiudeva il periodo sul 25-19 per i suoi.

Il secondo quarto si apriva con uno show del torinese Andre Jones, che infilava 11 punti praticamente consecutivi e portava i padroni di casa sul +15, 36-21. Saliva in cattedra Marco Spissu che, coadiuvato da Polonara, Randolph e Shawn Jones, trascinava i suoi nuovamente a ridosso dei piemontesi (39-41). Pareggio e sorpasso arrivavano per mano di Stipcevic, con due liberi, a 53” dalla sirena, sul 41-40 biancoblù e l’ultimo canestro del quarto era poi di Spissu, per il 43-41.

Terzo quarto equilibratissimo, con le due squadre che si alternavano nei vantaggi. Un super Polonara rispondeva colpo su colpo ai marcatori torinesi. La gara si sbloccava a circa 3’ dalla terza sirena, con due triple consecutive dell’Auxilium, a firma di Vujacic e Garrett. Mbakwe completava il break e la Fiat si portava sul 66-59 a 2’04” dal termine del periodo. Stipcevic insaccava una tripla che dava respiro alla Dinamo ed era ancora lui a rimarcare il -4, 66-70, sulla sirena.

Negli ultimi 10’ Torino prendeva subito 8 lunghezze di vantaggio, grazie a Stephens e Patterson, poi ancora 9 con una tripla scoccata da Vujacic a 8’20” dalla sirena. C’era tutto il tempo per recuperare, ma la Dinamo faticava e si disuniva, con attacchi basati su azioni individuali. Riusciva in parte a ritrovarsi, per riavvicinarsi agli avversari: a metà frazione il tabellone diceva 81-77 per l’Auxilium. I biancoblù non riuscivano a fare di più, con Torino che li ricacciava indietro non appena si riavvicinavano. Sul finire, i padroni di casa allungavano ancora il passo e la contesa si chiudeva con una tripla di Stipcevic sulla sirena.





Loading Facebook Comments ...