Vittoria per la Dinamo Banco di Sardegna Sassari nella Fiba Europe Cup. La squadra allenata da coach Vincenzo Esposito, oggi priva (anche) di McGee, si è imposta per 93-81 sul Petrolina AEK.

Primo quarto roboante, con la Dinamo che metteva a segno ben 30 punti. Redini del gioco prese in mano abbastanza presto, con capitan Devecchi e Spissu on fire. A 3’17” dalla prima sirena era proprio il playmaker sassarese a segnare il +8, sul 23-15. Sul finire della frazione, invece, nuovo massimo vantaggio dei biancoverdi di casa che, con Carter, raggiungevano il +11, 30-19. I primi 10’ terminavano con un canestro di Biggs, per il 30-21 della squadra sassarese.

In avvio di secondo quarto andava a segno Diop e, subito dopo, Gentile con una tripla. A 8’22” dall’intervallo, dunque, il tabellone diceva 35-21 per il Banco. Ma il Petrolina, con Veremeenko e Sizopoulos in particolare, rosicchiava progressivamente punti ai padroni di casa e, ad 1” dalla fine del periodo, in seguito ad un fallo di Cooley, passava a condurre sul 51-50, con due liberi di Mantovani.

Al rientro sul parquet la gara restava, per lunghi minuti, in equilibrio, fino a poco più di metà frazione, quando gli ospiti davano un’accelerata, con Duren e Stewart, che li portava sul 68-61, a 2’50” dalla terza sirena. Una tripla di Devecchi (caldissimo dai 6.75 oggi, con un ottimo 4/6) ed una folata da 5 punti consecutivi di Thomas, faceva rimettere la freccia alla Dinamo, sul 69-68.

Ancora Thomas, insieme a Polonara, permetteva al Banco di allungare e portare il match definitivamente sui propri binari. La Dinamo, poi, chiudeva in crescendo, tornando anche sul +14, 91-77, a 1’27” dalla fine.