La Hertz Cagliari Dinamo Academy farà ancora la Serie A2 di basket. La squadra allenata da coach Alessandro Iacozza ha centrato la salvezza diretta, senza quindi la necessità di disputare la “lotteria” dei playout, con un rush finale di qualità e sostanza. Dopo un anno di alti e bassi, sofferenza, esonero di coach Paolini, rebus che sembravano irrisolvibili, è stato dunque centrato l’obiettivo stagionale. Cagliari avrà ancora la A2 di basket, almeno questo è ciò che ha sancito il campo. In realtà, non è ancora detto che sarà così, perché l’ambiente cestistico nazionale parla di titolo sportivo in vendita. E non sarebbe una sorpresa, visto che la scintilla verso questa squadra, a Cagliari, non è mai realmente scoccata ed il seguito è sempre rimasto piuttosto modesto. Lo stesso proprietario, Stefano Sardara, non ha mai nascosto la sua delusione per questo e aveva già “minacciato” lo spostamento della squadra. Considerando poi che la Legabasket sta ragionando sull’opportunità di introdurre, dall’anno prossimo, l’obbligo per tutte le società di Serie A (quindi anche per la Dinamo Sassari) di avere obbligatoriamente una squadra Under-20 per la disputa della “Junior League”, ecco che potrebbero sorgere problemi di “sostenibilità”.

Tornando a quel che ha “raccontato” il campo nell’ultimo mese, la Hertz ha centrato tre vittorie su quattro gare disputate. Bucarelli e compagni hanno prima battuto la Bakery Piacenza (87-73), sfatando il tabù PalaPirastu, poi hanno perso sul campo di Jesi (102-111, sconfitta che poteva costare carissima), infine hanno chiuso il campionato con una doppietta di vittorie di valore, con la Fortitudo Bologna (94-78), promossa in Serie A, e sul campo del Montegranaro (104-102). Con Piacenza l’Academy ha dominato la gara per lunghi tratti, con un piccolo calo sul finire del secondo quarto, prima di portare il match definitivamente sui propri binari al rientro in campo dopo l’intervallo. Nell’occasione, Miles, Diop e Johnson sugli scudi. A Jesi la squadra di coach Iacozza è stata costretta ad inseguire fin dall’inizio, con i padroni di casa che si sono allontanati sempre di più in una partita che non è stata di certo caratterizzata da grandi prestazioni difensive, mentre con la Lavoropiù Fortitudo Bologna la Hertz ha fatto un colpaccio, per quanto i bolognesi fossero già nel periodo dei pieni festeggiamenti per il ritorno in Serie A. Buon lavoro dell’Academy nel respingere gli assalti degli ospiti, con Diop e Miles che hanno risolto il match nell’ultima frazione. Sul campo della XL Extralight Montegranaro, infine, è arrivato il successo che ha sancito la salvezza. Avvio fortissimo e determinato per la Hertz, anche se poi il match, con l’andare dei minuti, si è via via equilibrato. Anche nell’ultimo quarto Cagliari ha lanciato la fuga con Diop, Allegretti, Miles e Bucarelli poi è stata ripresa dai veregrensi, con la partita che si è risolta grazie alla freddezza dei cagliaritani dalla lunetta, nel punto a punto finale.