Il Piacenza Jazz Fest è giunto a uno dei punti apicali di questa sua sedicesima edizione, di sicuro all’appuntamento più atteso. Previsto il tutto esaurito per la prima assoluta di due grandi interpreti del pianismo jazz contemporaneo: l’italianissimo e vulcanico Stefano Bollani insieme al cubano Gonzalo Rubalcaba, mercoledì 27 marzo alle ore 21.15 al Teatro Municipale. Il concerto è co-prodotto dal Piacenza Jazz Club insieme al festival itinerante Crossroads – Jazz e altro in Emilia Romagna, con la collaborazione del Comune di Piacenza e il sostegno particolare della Fondazione di Piacenza e Vigevano, che fin da subito ha creduto nell’opportunità di poter ospitare questo evento unico nella città di Piacenza. I biglietti per potervi assistere dal vivo sono acquistabili presso la biglietteria del Teatro Municipale, aperta nei giorni di martedì, giovedì e sabato dalle or 10.20 alle ore 13.00, il mercoledì e venerdì dalle ore 10.30 alle ore 15.00, oppure online sul sito www.teatripiacenza.it.

Stefano Bollani si unisce a Gonzalo Rubacalba per un duo di pianoforte inedito, una nuova avventura per entrambi gli artisti, che si esibiscono per la prima volta insieme. Questa magnifica combinazione di due grandi attori della scena pianistica jazz internazionale rappresenta un momento unico per gli amanti della musica. Un vero e proprio viaggio sui 176 tasti dei due strumenti. Il talento di Bollani, esploratore per antonomasia di orizzonti musicali solo apparentemente lontani, unito all’intensità ritmica di Rubalcaba è destinato a regalare grandi emozioni.

Stefano Bollani considera da sempre la musica un gioco da re-inventare, sia in solitaria nelle sue leggendarie esibizioni, sia con partner come Richard Galliano, Bill Frisell, Chick Corea, Zubin Mehta o il suo mentore Enrico Rava, ma anche all’interno di alcune delle più prestigiose orchestre del mondo come la Gewandhausorchester, la Filarmonica della Scala e l’Orchestre Nationale de Paris, guidate da direttori d’orchestra entusiasti come Riccardo Chailly, Daniel Harding e Kristjan Järvi (che ha commissionato il “Concerto Azzurro” di Bollani per pianoforte e orchestra). I suoi album recenti sono il dinamico “Napoli Trip” (ispirato alla famosa canzone popolare napoletana) e il gioioso “Que Bom” (con ospiti stellati come Caetano Veloso o João Bosco), un insieme di brani originali influenzati dalla cultura musicale brasiliana.

Con sedici candidature ai Grammy e quattro Grammy Awards, Gonzalo Rubalcaba è uno dei talenti più accreditati e prestigiosi nel mondo del Jazz moderno. Le creazioni musicali di Rubalcaba sono melodiose, ritmiche ed eccitanti in ogni lingua. Nato nel 1963 – nell’Avana post-rivoluzionaria – è considerato una vera e propria icona del suo Paese, di cui ha assorbito, fin dagli esordi, cultura, tradizione e folclore del canto e della danza.

Entrambi già ospiti del Piacenza Jazz Fest negli anni passati, ma separatamente e con diverse formazioni, mercoledì il teatro più prestigioso della città potrà fregiarsi di ascoltare questo duo in prima mondiale assoluta!

Per maggiori informazioni si consiglia di visitare il sito www.piacenzajazzfest.it o visitare la pagina Facebook del Festival. Per contatti si può scrivere alla mail a biglietti@piacenzajazzclub.it oppure telefonare allo 0523.579034 – 366.5373201.