Dal 22 al 25 giugno torna, con la sua 15a edizione, il Girotonno, la kermesse enogastronomica dedicata all’antica cultura del tonno rosso, che si terrà come ogni anno a Carloforte, sull’Isola di San Pietro. Slittato a fine mese a causa della concomitanza con le elezioni comunali, il festival internazionale unirà come sempre la passione per l’arte culinaria, le tradizioni, la musica e il territorio.

La tonnara a Carloforte – una delle poche ancora attive nel Mediterraneo – ha una lunga tradizione che risale sino al 1738, anno di fondazione della città, un’attività plurisecolare praticata persino in epoca fenicia: la mattanza è considerata come un vero e proprio rituale e la pesca, attuata secondo metodi artigianali, avviene nei mesi tra aprile e giugno, quando “il tonno rosso in corsa” viene pescato a Carloforte al massimo della sua qualità, poco prima della deposizione delle uova.

Il tonno rosso (in latino Thunnus Thynnus) è tra i pesci più pregiati e prelibati, molto apprezzato dagli chef di tutto il mondo. Saranno proprio quest’ultimi al centro di una incredibile gara, la “International Tuna Competition”, fulcro della manifestazione, che vedrà sfidarsi cuochi provenienti da sei diverse nazioni, nel proporre una serie di ricette e piatti a base di tonno.

Tra i paesi che parteciperanno alla prestigiosa gara, confermati l’Italia, il Giappone (con lo chef Haruo Ichikawa, vincitore del Girotonno nel 2015), la Norvegia (con Dag Tjersland, chef due stelle Michelin) e il Perù (con Rafael Rodriguez, vincitore del Girotonno nel 2016).

A decretare il vincitore e i piatti migliori sarà una giuria tecnica, composta da giornalisti ed esperti gastronomici, come il famoso oste e cuoco siciliano Filippo La Mantia, la giornalista pluripremiata e ricercatrice universitaria Maria Canabal, il critico gastronomico François-Régis Gaudry e il giornalista de Il Corriere della Sera Gabriele Principato. A prendere parte alla votazione sarà anche una giuria popolare, composta dai visitatori della manifestazione. Sul palco ci sarà Federico Quaranta, conduttore radiofonico e televisivo, che condurrà i vari appuntamenti del festival.

Alla gara internazionale si affianca il “Girotonno Live Cooking”, durante il quale si potrà assistere alla preparazione di ricette con il tonno che il pubblico in platea potrà poi degustare. Ad esibirsi saranno alcuni dei più importati chef italiani: oltre al già citato Filippo La Mantia, parteciperanno Stefano De Gregorio, di Busto Arsizio (Varese), chef resident di Saporie Lab – Milano (lo scorso anno nella squadra italiana della gara internazionale del Girotonno), lo chef carlofortino Luigi Pomata e il cuoco Achille Pinna.

A loro si aggiungerà inoltre lo chef giapponese Haruo Ichikawa, che preparerà il sushi e si esibirà nella cerimonia tradizionale del taglio del tonno.

Le degustazioni e assaggi continueranno ancora con il “Girotonno Tuna Village”, che invece darà la possibilità ai visitatori di gustare i piatti tipici del territorio di Carloforte, oltre all’immancabile re dei tonni, declinato in numerose ricette sulla banchina Mamma Mahon.

Anche quest’anno, dunque, ai visitatori, turisti e appassionati del tonno e del cibo attendono quattro giorni ricchi di gare e live show, con degustazioni e grandi ricette, ma anche itinerari e visite guidate alla riscoperta del territorio e grandi spettacoli musicali dal vivo, diventati ormai un appuntamento fisso. La 15a stagione del Girotonno dà grande spazio alla musica italiana, con due dei maggiori artisti del panorama nostrano: il 23 giugno al Palapaise si esibirà Nek, che canterà sul palco i successi più famosi della sua carriera, oltre a proporre i suoi brani più recenti, tratti dall’ultimo album “Unici”; il giorno dopo sarà la volta della grande Fiorella Mannoia, che porterà a Carloforte le sue canzoni più amate, insieme alle ultime tratte dall’album “Combattente” (già certificato Disco di Platino), tra cui anche il singolo “Che tu sia benedetta”, presentato in gara all’ultimo Festival di Sanremo.

 





Loading Facebook Comments ...