La Dinamo Banco di Sardegna Sassari vince anche con la Germani Basket Brescia e vola verso l’obiettivo playoff. La squadra di coach Gianmarco Pozzecco si è imposta per 95-87 nella gara valevole per il ventottesimo turno della Serie A di basket.

Primo quarto con la Dinamo che prendeva subito in mano le redini del match. A 3’58” dalla prima sirena il tabellone diceva 16-10. Brescia si rifaceva sotto con le giocate di Abass, rientrando fino al -2 (17-19), poi il Banco chiudeva con un break di 6-0 firmato da Polonara e Thomas, per il 25-17.

Nella seconda frazione era Spissu a segnare il massimo vantaggio, primo in doppia cifra, per i biancoblù di casa, con una tripla che valeva il 34-24, a 6’53” dall’intervallo. Ma nella seconda parte della frazione gli ospiti si rivelavano un po’ produttivi e, con l’ex Sacchetti, Abass e Cunningham, si portavano nuovamente sul -2 (38-40), prima che Polonara mandasse le due squadre degli spogliatoi sul 41-38 sassarese.

Metamorfosi bresciana nel terzo quarto. La formazione di coach Diana piazzava una serie impressionante di triple (con Hamilton on fire), passava a condurre e distanziava il Banco prima di 10 lunghezze (43-53), poi premeva sull’acceleratore fino al 69-56, segnato da Abass a 2’26” dalla terza sirena. Confusione in casa Dinamo e coach Pozzecco espulso per doppio tecnico, a poco più di 2’ dalla fine del quarto. Pierre e Polonara scuotevano il Banco e a 13” dalla sirena, il punteggio era di 64-71. Un antisportivo fischiato a Thomas mandava in lunetta Abass, che faceva 1/2 e si andava agli ultimi 10’ sul 64-72.

Moss e Abass impedivano alla Dinamo di avvicinarsi in modo preoccupante e Laquintana firmava il +12 (81-69) a 6’43” dalla fine del match. A questo punto, erano Spissu e Gentile a prendere per mano la Dinamo, verso la rimonta, poi toccava a Thomas ristabilire la parità sull’85-85, a 1’51” dall’ultima sirena. E sempre Thomas ridava al Banco un vantaggio di sicurezza. A 16” dalla fine veniva espulso Vitali per un fallo su Spissu ed il playmakerino sassarese chiudeva la partita dalla lunetta.