Dinamo Banco di Sardegna sconfitta sul campo della Dolomiti Energia Trentino nell’ottava giornata di andata della Serie A di basket. La squadra di coach Vincenzo Esposito ha chinato la testa di fronte alla formazione trentina, arrendendosi con il punteggio di 66-71.

Partiva bene la Dinamo, con un parziale di 6-2 ed un buon Pierre. Trento rimaneva comunque vicina e la gara restava in equilibrio. A 2’36” dalla fine dei primi 10’ i padroni di casa davano il la, con Gomes, ad un break che li portava sul 18-10, mentre la Dinamo rimaneva a secco per due minuti. Su quel punteggio si andava al secondo periodo.

Il digiuno del Banco proseguiva per altri due minuti e Trento ne approfittava, con Marble e Pascolo, per raggiungere il massimo vantaggio sul 22-10, quando mancavano 8’30” dalla seconda sirena. Smith, dalla lunetta, sbloccava il Banco, poi cinque punti consecutivi di Petteway permettevano ai biancoblù di rientrare sul -7. Anche Bamforth si scaldava e, a 2’33” dall’intervallo il Banco rosicchiava ancora un punto ai trentini, raggiungendo il 27-33. Prima di andare negli spogliatoi, però, Trento trovava un altro piccolo break e, al 20’, il tabellone diceva 39-29 per i padroni di casa.

Al rientro in campo Trento allungava il passo. Con Jovanonic, Flaccadori e Gomes i trentini volavano sul 49-34 a metà frazione. La Dinamo rispondeva con Spissu e Pierre e si riportava a 10 lunghezze di distacco, ma un nuovo parziale dei padroni di casa, firmato interamente da Pascolo, la ricacciava sul -17 (42-59) a 54” dalla fine della frazione. Magro e Gentile riducevano le distanze e gli ultimi 10’ iniziavano sul 59-46 per la Dolomiti Energia.

Polonara apriva l’ultimo quarto con una tripla, a cui faceva seguito un canestro di Cooley che riportava la Dinamo sotto la doppia cifra di svantaggio. Ma Trento non mollava e rispondeva con un 5-0. Ancora il Banco con Cooley e Petteway e punteggio sul 64-58 per i padroni di casa, a 3’59” dall’ultima sirena. La zona della Dinamo veniva bucata da una tripla di Mian, poi Craft sbagliava due tiri liberi e dava la possibilità ai biancoblù di avvicinarsi nuovamente. Ed era ancora la coppia Cooley-Petteway ad accorciare le distanze e portare il Banco sul -5, 62-67. A 52” dalla fine, Bamforth teneva vive le speranze segnando il 66-69, ma la successiva tripla scagliata da Petteway da otto metri non entrava e Gomes chiudeva la contesa dalla linea della carità.