“Ce ne andiamo in finale, ce ne andiamo in finale”, questo il coro del pubblico del PalaSerradimigni che ha accompagnato l’ultimo minuto della gara di ritorno della semifinale di Fiba Europe Cup tra la Dinamo Banco di Sardegna Sassari e l’Hapoel Holon. Dopo aver espugnato il campo israeliano una settimana fa, infatti, la squadra di coach Gianmarco Pozzecco ha vinto anche il secondo match, con una prestazione pressoché perfetta, con il netto punteggio di 105-75. In finale, la prima in una competizione continentale nella storia della Dinamo, la squadra sassarese incontrerà la formazione tedesca del S. Oliver Wurzburg.

Partita decisa prestissimo. Dopo i primissimi minuti in cui erano gli ospiti a sembrare più “in palla” (2-6), il Banco inseriva la quinta. Thomas, Cooley e McGee piazzavano un parziale di 12-0 ed iniziavano la propria fuga. Ma, di fatto, la partita si chiudeva nel corso del secondo quarto, in cui la Dinamo premeva sull’acceleratore fino ad arrivare al +24, sul 60-36, a 42″ dall’intervallo. Il prosieguo del match era utile solo per “aggiustare”, via via, il massimo vantaggio biancoverde. Holon, infatti, non aveva le forze di reagire, mentre il Banco giocava con una facilità, fiducia ed intensità da non lasciare il minimo spazio agli avversari. A circa 8′ dalla fine della partita, Spissu segnava il 94-61 e sugli spalti si festeggiava.