La straordinaria voce della star senegalese Adiouza, particolarmente apprezzata in Africa e in Francia, si propone anche in Italia, Spagna e America Latina, con il Latin remix di “Ma la nob”, in uscita venerdì 16 marzo prodotto dalla Flam Records.

Nato da un’idea di Mario Ana e Claudio Deoricibus, musicisti già noti del panorama sardo, che realizzano una versione latina di “Ma la nob” in perfetto stile Gipsy Kings, con gli arrangiamenti di Mario Ana e il ritmo travolgente della chitarra di Claudio Deoricibus, creando un feeling incredibile tra la musicalità afro e quella gitana.

Nasce così il Remix Latino di “Ma la nob”, pronto a conquistare il pubblico latino e della World Music.

 

Il singolo originale di “Ma la nob” scritto e prodotto da Adiouza, registrato a Parigi a fine 2017 ed uscito in tutte le piattaforme digitali, anticipa il prossimo album ancora in lavorazione. “Ma la nob” è una canzone che parla d’amore, un amore che rinasce da tutta una serie di delusioni e che si materializza in questo nuovo rapporto fatto di complicità e piena fiducia. La versione originale pur essendo in chiave moderna, presenta alcune sonorità della musica senegalese ed è cantata appunto in lingua ufficiale wolof. Su YouTube è presente anche un video distribuito da Keyzit, etichetta nota nel panorama della musica Afro.

“Ma la nob” è un brano straordinario ed intelligente – sostiene Claudio Deoricibus – composto in soli 4 accordi che si ripetono in un giro costante sul quale viaggiano sia le strofe che il ritornello è quanto di più semplice e geniale si possa creare. Capace nella sua orecchiabilità di conquistare chiunque – continua Deoricibus – presenta inoltre un testo bellissimo e pieno di significato che esalta il romanticismo e i valori dell’artista Adiouza. Dal punto di vista vocale, quanto di più piacevole e articolato da ascoltare fino a perdersi in quel cantato. Non potevo non rimanerne affascinato, tanto da esprimere grande entusiasmo nel proporre un remix latino”.

Nata a Dakar e figlia d’arte, Adiouza, cantante e ballerina, studia a Parigi al Conservatorio di musica e all’Università di Etnomusicologia e ancora giovanissima inizia ad esibirsi con artisti della capitale francese. Subito dopo arriva al successo nel 2008 col suo primo album Maadou arrangiato da Sheikh Lô Ouza Diallo e diretto da Ibou N’dou (fratello del famoso Youssou Ndour).

Dal 2008 ad oggi una serie di album e singoli che consacrano il suo successo; Adiouza è rivelazione femminile dell’anno 2008 in Senegal e vincitrice dei Premi Female Revelation e Best Female Artist Senegal (2010); Best West Africa Artist in Memphis (2013); Memphis Honorary Citizen (2013); Awards nomination Kora (2015).

 

Claudio Deoricibus

 

Mario Ana