Sarà Lorenzo Braina (Domenica 12 agosto alle 21,00 cortile della scuola elementare “Maria Immacolata”) a dare il via alla quinta edizione di “Dall’altra parte del mare, il festival letterario di Alghero che andrà avanti con tantissimi ospiti sino al 31 agosto.

Questo primo appuntamento è un filo conduttore degli eventi preparatori del Festival che sono iniziati in primavera con il coinvolgimento delle scuole cittadine. Braina, scrittore, pedagogista ed esperto di mediazione sociale apprezzatissimo dal pubblico isolano racconterà al pubblico con un monologo il suo nuovo libro “Dato al mondo”, appena pubblicato dalle edizioni Camarillo Brillo.

Il Libro: “Un figlio pone precise domande agli adulti chiamati alla sua educazione. Che tu sia una madre o un padre, un insegnante o qualunque altro educatore, queste domande non cambiano. Sono domande alle quali rispondiamo, quotidianamente e nel tempo e sono queste risposte a raccontare che educatori siamo. Intorno a queste domande e alle storie di adulti impegnati nelle risposte, l’autore del libro sviluppa la sua visione della cura educative”.

Ecco il calendario dettagliato degli appuntamenti:

Venerdì 17 agosto alle 21,00 lo spazio all’aperto della Libreria Cyrano (Via vittorio Emanuele, 11) ospiterà il giornalista e scrittore Pietro Picciau che conversa con Giuliano Spanedda del suo nuovo romanzo “Il Principe di Algeri”.

Sabato 18 agosto doppio appuntamento con poesia e fotografia. Alle 20,00 verrà presentato “e-migrazioni” il nuovo progetto fotografico di Gianfranco Jeff Pisoni Un lavoro che guarda al mondo dell’abbandono delle proprie radici attraverso le foto di case abbandonate in un paesino del Barigadu, Neoneli. Nel progetto sono stati coinvolti giornalisti, scrittori, politici e il loro punto di vista è diventato parte viva del progetto, facendolo diventare una antologia visiva e letteraria. Interverranno: Lalla Careddu ed Emiliano Deiana.

Alle 21,30 un importante momento dedicato alla poesia dal titolo “Il mare vuol sollevare il suo coperchio”. Il critico letterario cileno Hernán Loyola racconterà, alla vigilia dell’anniversario dell’uccisione, la Vita e la poesia di Federico Garcia Lorca. Accompagnato dalle letture di Franca Masu e dagli interventi danzati di Anna Paola Della Chiesa.

Il 20 agosto ancora due appuntamenti: Il primo sarà dedicato ai lettori più giovani con la giovanissima attrice e scrittrice Eleonora Gaggero che chiacchiererà con Raffaele Sari del suo romanzo “Dimmi che ci credi anche tu” (ore 19.00 nel cortile della Scuola Elementare “Sacro Cuore” – via Vittorio Emanuele II, 13).

Alle 21.30, invece, lo spazio all’aperto della Libreria (Via Vittorio Emanuele, 11) ospiterà l’evento “Disobbedienza è felicità – le ragioni del design” con l’industrial designer Giulio Iacchetti che converserà con l’Architetto e studioso di design Raimondo Chessa.

Martedì 21 agosto, come ormai quasi tradizione, il festival dedica un momento alla storia del territorio. Alle 21,30, nel sito archeologico della Villa Romana di Sant’Imbenia, eccezzionalmete aperto al pubblico, lo storico Guido Clemente proverà a ricostruire la vita e la storia della Villa romana. L’evento è allestito in collaborazione con il Parco Naturale Regionale di Porto Conte.

Il 22 agosto il festival si sposta nello piazzale de “Lo Quarter”, che ospiterà buona parte degli appuntamenti. Alle 21,00 verrà presentato, in anteprima, “Durkes, un viaggio nella storia dei dolci dall’antichità ai giorni nostri. Interverranno con l’autore Giovanni Fancello: Sonia Borsato, Grazia Maria Scarpa, Vivi Pinna, Giorgio Demuru, Stefano Resmini e Francesco Pruneddu – Ch_ecco. Letture di Roberto Bilardi. L’evento è allestito in collaborazione con le Tenute Sella&Mosca.

Alle 22.00 sarà la volta di Paolo Mieli e Ivan Canu che presentano “La Storia del comunismo in 50 ritratti”. Un volume curato, da un maestro del giornalismo italiano e da un grande illustratore che fa conoscere la storia del comunismo attraverso i fatti e le vite dei suoi protagonisti, con illustrazioni inedite e originali.

Giovedì 23 l’edizione algherese del festival si concede una pausa e scrittori e lettori si trasferiranno a Putifigari che ospiterà, nel delizioso salotto urbano di Piazza Boyl, tre interessanti eventi.

Si comincerà alle 21 con il giornalista Pino Corrias che discuterà con Elias Vacca del suo libro “Nostra incantevole Italia. Da Portella della Ginestra alla Ginestra alla villa di Grillo, da Sanremo a Lampedusa, passando per Arcore e Dagospia: i luoghi che hanno cambiato la nostra storia”.

Alle 21.50 Fabio Canessa converserà con Marcello Simoni del suo romanzo “Il patto dell’abate nero”

Chiuderà la serata, alle 22.40, “Sentivo la mia terra vibrare di suoni, era il mio cuore”, un reading musicale dedicato a Fabrizio De Andrè, a cura di Maria Antonietta Azzu e Claudio Gabriel Sanna.

Venerdì 24 agosto si torna ad Alghero, in Largo lo quarter per una serata tutta dedicate alla narrativa e che vede “Dall’altra parte del mare” gemellarsi con il festival “Florinas in giallo, l’Isola dei misteri”. Alle 21,00 il giallista Viareggino Giampaolo Simi converserà con Massimo Bordin del suo nuovo e fortunato romanzo “Come una famiglia”.

Alle 21,50 la giallista francese Dominique Manotti presenterà con Paola Cadeddu e accompagnata dale letture di Emma Gobbato, il suo romanzo “Le mani su Parigi”.

L’ultimo evento della serata, alle 22,45, avrà per protagonist il magistrate e scrittore Giancarlo De Cataldo che converserà con Francesco Abate del suo nuovo romanzo “L’agente del caos”.

Sabato 25 agosto, alle 21,00, sempre in l.go lo Quartere, Marcello Simoni presenterà, accompagnato da Luciano Deriu e dale letture di Roberto Barbieri, il suo nuovo romanzo “Il patto dell’Abate nero”, per buona parte ambientato nella Alghero della seconda metà del 1400.

Alle 22.00 la giornalista Luciana Castellina, firma storica de “Il Manifesto” discuterà con Daniela Preziosi del suo nuovo libro “Amori comunisti”.

Alle 22.50 “Pillole sullo stato del libro in Italia” con Massimo Bray e Paolo Ambrosin

Il sabato del festival si chiuderà, come tutti gli anni con un evento a metà strada tra il gioco e il racconto: “Rosso di sera. Racconti di libri, librai e librerie davanti a un calice di Marchese di Villamarina”. Con: Paolo Ambrosini, Giampaolo Simi, Luciana Castellina, Pino Corrias, Marcello Simoni, Francesco Abate, Massimo Bray e Bianca Pitzorno. Condurrà la serata Lalla Careddu. L’evento è allestito in collaborazione con le tenute Sella&Mosca

Domenica 26 agosto alle 12.00 Aperitivo in libreria con Cristina Caboni che converserà con i lettori del circolo Bergerac del suo romanzo “La rilegatrice di storie perdute” nello spazio all’aperto della Libreria Cyrano.

Alle 19.30 si torna a Lo Quarter con la scrittrice Bianca Pitzorno che presenterà, in anteprima nazionale, il suo nuovo libro “La canzone di Federico e Bianchina”, dedicato al piccolo Federico d’Arborea (figlio di Eleonora) e alla sua giovanissima promessa sposa Bianchina, figlia del Doge di Genova Nicolò Guarco. Interverrà con l’autrice Paolo Cau.

Alle 21,00 “Le parole che curano”. Il neuro scienziato Fabrizio Benedetti dialogherà con Francesco Abate e Massimo Bray partendo dal libro “La speranza è un farmaco”.

Chiuderà la serata, alle 21,50, “Il cuore di Chisciotte” spettacolo di recitazione, musiche e illustrazione animata su maxi schermo di e con Gek Tessaro.

Il 30 agosto alle ore 21.00, nello spazio all’aperto della Libreria Cyrano Giovanni Follesa presenterà il suo nuovo romanzo “La presunta storia vera di Giulia e Giulio”

Il festival si chiuderà, il 31 agosto, con due eventi ospitati dalla suggestiva cornice della terrazza dell’Hotel Porto Conte.

Alle 21,00 Cecilia Strada presenterà, accompagnata da Martina Vacca, il suo ultimo libro “La guerra tra noi”. Alle 22,00, partendo dallo splendido “Atlante astronomico della Divina Commedia” (Mediando) Gian Nicola Cabizza racconterà con parole e immagini Il cielo di Dante.