Due giornate tra torri e fortificazioni. Sabato 19 e domenica 20 maggio si svolgerà “Giornate Nazionali dei Castelli”, un’iniziativa, ormai arrivata alla ventesima edizione, che coinvolgerà tutta Italia abbracciando ben 19 regioni e 33 siti. Nell’Isola l’evento, organizzato dalla Sezione Sardegna dell’Istituto Italiano dei Castelli con il patrocinio del Comune di Cagliari, avrà come protagonista d’eccezione il Castello di San Michele.

“È un’occasione preziosa per far conoscere meglio questo importante monumento della città sul quale anche i cagliaritani sono ancora poco informati. L’opportunità di una visita guidata gratuita va assolutamente sfruttata per conoscerne la storia e le caratteristiche della struttura” ha detto l’assessore alla Cultura Paolo Frau alla conferenza stampa di presentazione della manifestazione, che si è tenuta oggi nei locali della MEM – Mediateca del Mediterraneo.

Il Castello di San Michele, che sorge sull’omonimo colle, è infatti una struttura fortificata risalente al periodo giudicale ricca di fascino, storia e leggenda: con i suoi grandi bastioni, le porte, le prigioni, le torri e grande fossato scavato nella roccia tutto attorno le mura, è il classico castello medievale.

Durante le due giornate oltre la visita guidata al Castello, sono previste una serie di attività collaterali, quali conferenze, mostre, laboratori didattici a tema e animazione con la presenza di figuranti in abito storico, armigeri e tiro con l’arco che riusciranno a far sposare la curiosità di adulti e bambini.

“L’obiettivo futuro – ha aggiunto l’assessore – è rivalorizzare il Castello di San Michele ponendo le basi perché possa diventare uno dei centri più dinamici della vita dei cittadini, ospitando al suo interno alcune mostre dedicate al patrimonio culturale e artistico sardo, soprattutto all’incisione, alla grafica e alla fotografia. In questo modo pensiamo di trasformarlo in un’attrazione sia per cagliaritani che per turisti”.

Presenti alla conferenza anche Donatella Rita Fiorino, presidente Sezione Sardegna dell’Istituto Nazionale dei Castelli e Maurizio Orrù, giornalista e direttore di Cronache Castellane.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.istitutoitalianocastelli.it, la pagina Facebook Istituto Italiano dei Castelli Onlus Sezione Sardegna o la email iicastellisardegna@gmail.com