Nuova sconfitta per la Hertz Cagliari Dinamo Academy nella Serie A2 di basket. La squadra di coach Iacozza ha ceduto, tra le mura amiche del PalaPirastu, all’Assigeco Piacenza, con il punteggio di 77-80, nel ventiquattresimo turno del campionato cadetto.

Prima parte di gara caratterizzata da rapidi capovolgimenti di fronte. La prima a cercare di “andare via” era la Hertz che con Johnson, Miles e Bucarelli, si portava sul +6, 15-9, quando mancavano 2’45” alla fine del primo quarto. La risposta degli ospiti valeva il sorpasso proprio sulla prima sirena, sul 18-17. La corsa di Piacenza proseguiva in avvio di seconda frazione e a 8’16” dall’intervallo, l’Assigeco segnava, con Vangelov, il +5, sul 24-19. Miles e Rovatti non si facevano cogliere impreparati e, a 6’40” dalla pausa, il tabellone diceva perfetta parità, sul 24-24. Botta e risposta tra le due squadre, poi erano ancora una volta i padroni di casa a produrre un break, firmato Johnson e Miles, che li portava sul 38-32 ad 1’08” dalla seconda sirena. Vangelov e Formenti facevano nuovamente sentire ai cagliaritani il fiato sul collo e si andava poi negli spogliatoi sul 40-39 per l’Academy (con l’assoluta necessità, per quest’ultima, di migliorare le percentuali ai tiri liberi).

Non cambiava tanto l’andamento nella seconda metà della partita. Squadre vicine nelle prime battute del terzo quarto, poi Piacenza produceva un discreto strappo, toccando il +10, 60-50, proprio al 30’. In avvio di ultimo periodo, la Hertz, con un po’ di fatica, riusciva a riavvicinarsi, con Johnson e Miles, riportandosi sul -4, 61-65, a 7’55” dall’ultima sirena. Ai due citati si aggiungeva Janelidze e l’Academy tornava lì, a ridosso degli ospiti, sul 68-70 a 4’44” dalla fine del match. L’Assigeco allungava sensibilmente un’altra volta, ma Cagliari, con capitan Bucarelli, Rullo e Janelidze impattava sul 77-77 a 14” dalla fine. La panchina di Piacenza chiamava timeout per organizzare l’ultima azione offensiva e, al rientro in campo, piazzava una tripla con Murry. Coach Iacozza calava la stessa carta, ma Rullo falliva il tentativo dalla lunga distanza.