Venerdì scorso si è concluso il percorso formativo riservato ai proprietari e futuri proprietari di cani. È una delle azioni previste dal Ministero della Salute per rendere maggiormente consapevoli i cittadini del che cosa significhi possedere un cane, anche con l’intento di incidere sul fenomeno dell’abbandono e, quindi, sul randagismo, imparando ad interagire con gli animali propri e con quelli che si incontrano per strada.

Il percorso è stato organizzato dal Comune di Alghero, Settore III – Sviluppo Sostenibile, diretto dal Dott. Luca Canessa, e dall’ATS Sardegna – ASSL di Sassari. Gli incontri sono stati distribuiti su 5 giornate per complessive 18 ore, 10 di teoria e 8 di pratica, e sono stati tenuti da Stefania Uccheddu, medico veterinario comportamentalista, da Antonello Rassu, medico veterinario dell’ATS e da Sabrina Porcu, istruttore cinofilo.

È la prima volta che ad Alghero si organizza un percorso formativo come questo: costituisce l’avvio di una serie di attività che mirano a migliorare la qualità della convivenza tra abitanti e animali da affezione (in particolare cani e gatti), a ridurre quanto più possibile i fenomeni di abbandono e i ricoveri presso le strutture convenzionate, incrementando nel contempo il numero delle adozioni, a tutto vantaggio delle casse comunali.

A conclusione del corso, l’Assessore Raniero Selva ha proceduta alla consegna degli attestati ai signori Morena Bentivoglio, Salvatore Langella, Miriam Dieghi, Laura Irranca, Antonio Meloni, Silvia Moretti, Emanuela Scognamillo, e Valentina Ledda.

L’intento dell’Amministrazione è quello di ripetere durante il 2019 la positiva esperienza con almeno altri 3 percorsi.