La diffusione dell’arte nelle scuole, l’educazione al patrimonio culturale e alla mobilità collettiva: con questi obiettivi nasce una collaborazione tra il Comune di Sassari, con gli assessorati alle Politiche educative e alle Infrastrutture della Mobilità, il Banco di Sardegna, l’Atp e l’Arst per la visita della mostra “Tra Preistoria e Novecento. Simboli di un’identità”. Il Banco di Sardegna, accoglierà in piazzetta Banco di Sardegna 1, le classi degli istituti cittadini, che raggiungeranno il centro gratuitamente con i mezzi pubblici, autobus e metropolitana di superficie, grazie ai biglietti messi a disposizione da Atp e Arst.

Protagonista dell’esposizione, allestita in occasione di Invito a Palazzo, la pintadera, il timbro usato nell’antichità per decorare il pane. Le allieve e gli allievi avranno la possibilità di ammirare una collezione di simboli delle pintadere nuragiche provenienti dall’Antiquarium Arborense di Oristano ed esposte grazie alla collaborazione del Museo e del Comune di Oristano. Potranno seguire l’evoluzione del timbro nel tempo, fino agli anni Ottanta del secolo scorso, e vedere le rielaborazioni grafiche degli studenti del Liceo artistico “Figari”, frutto di un concorso sul restyling del marchio indetto dal Banco di Sardegna nel 2001. Per l’occasione, inoltre, studenti e docenti del Liceo “Figari” hanno rielaborato la pintadera anche dal punto di vista artistico. A condurre le visite guidate saranno ragazze e ragazzi del Liceo artistico “Figari”, che già hanno accompagnato i visitatori all’inaugurazione della mostra lo scorso 6 ottobre.

Realizzata grazie all’impegno dell’assessora alle Politiche educative, infanzia, giovani e sport Alba Canu e dell’assessore alle Infrastrutture della Mobilità Antonio Piu, e all’importante partnership con Atp, e il suo presidente Roberto Mura, e Arst, con l’amministratore unico Chicco Porcu, l’iniziativa è stata ben accolta dal Banco di Sardegna, sempre sensibile alla formazione dei più giovani. Il direttore generale del Banco di Sardegna Giuseppe Cuccurese accoglierà le classi nella giornata inaugurale.

Le visite prenderanno il via lunedì 29 ottobre, con l’Istituto Comprensivo Monte Rosello Alto, e martedì 30 ottobre con l’istituto Comprensivo “Latte Dolce- Agro”, e proseguiranno martedì 6 e giovedì 8 novembre con altre classi.