Il 18 e 19 maggio, presso il polo fieristico dell’Hotel Setar, a Quartu Sant’Elena, si rinnova l’appuntamento con l’edizione numero 13 di Giocomix, il festival del gioco e del fumetto della Sardegna, organizzata dall’associazione culturale Mondi Sospesi. La due giorni ha l’obiettivo di sdoganare l’idea che il gioco e il fumetto siano destinati solo ad un pubblico molto giovane, perché gli appassionati di questo mondo sono tanti e di tutte le età. Un avvenimento, nato nel 2010, che si è lentamente affermato come il più importante festival del gioco e del fumetto dell’area metropolitana di Cagliari e come punto di riferimento per tutta la Sardegna

“Il Giocomix è un mix di cultura ed intrattenimento – racconta Eleonora Guggeri presidentessa di Mondi Sospesi – in cui trovano spazio centinaia di tavoli da gioco, mostre, fumetti, imperdibili pezzi da collezione, spettacoli, incontri con grandi autori, celebrità di internet, tornei, videogiochi, nuove tecnologie, raduni tematici. Questo è solo per citare alcuni degli eventi che si sono tenuti durante le scorse edizioni e che si terranno anche in quella del 2019”.

Durante l’edizione dello scorso anno la due giorni dedicata al fumetto ha richiamato quasi 9000 visitatori tra appassionati e curiosi. “Nel corso degli anni Giocomix è cresciuto tanto – prosegue la presidentessa – aprendosi piano piano a nuovi fenomeni della cultura pop. A una crescita dei contenuti è seguita quella del numero di visitatori e inevitabilmente dei suoi spazi. Ogni anno cerchiamo di capire le tendenze delle fiere nazionali ed internazionali e di andare incontro ai gusti dei giovani che si avvicinano a questo mondo, senza però scontentare chi ne fa parte da tanti anni. Riteniamo importante che l’evento sia un punto di incontro tra più generazioni”.

La prima edizione di Giocomix si svolse nel 2010 al Lazzaretto di Cagliari in supporto a una mostra di Daniele Serra e Stefano Obino, a cui parteciparono meno di 500 appassionati. “Un anno quello che ha cambiato il futuro dell’associazione – prosegue Eleonora Guggeri -. Negli anni la manifestazione ha cambiato location, ed è andata in un continuo crescendo come spazi e numero di visitatori arrivando a superare le 8000 presenze”. Nel 2011 la manifestazione si è svolta all’Ex Liceo Artistico di Cagliari, in Piazzetta Dettori, ed ha registrato circa 800 presente. L’anno successivo, il 2012, al Palaghiaccio Cagliari, in viale Monastir presso il Capo Horn, dove si sono contate circa 1200 presenze. Nel 2013 e nel 2015 si è tornati al Lazzaretto dove si sono registrate rispettivamente 2500 e 5000 presenze. Dall’autunno del 2016 l’evento ha trovato casa presso il centro fieristico dell’Hotel Setar a Quartu S.E., dove sono state registrate oltre 8000 presenze.

Come la scorsa, anche la XIII edizione verrà ospitata in quattro padiglioni a cui si aggiungono anche le nuove aree esterne. “Quella di quest’anno – prosegue la presidentessa – sarà un’edizione più accessibile per le famiglie con tantissime attività, gare ed esperienze gratuite: abbiamo un ricco programma che coinvolgerà davvero tutti, anche grazie alle aree tematiche suddivise per età”. Saranno disponibili nuove postazioni di Playstation VR gratuite per permettere a tutti di provare il fantastico mondo della realtà virtuale. Tornano al centro dell’attenzione i cosplay e le gare tra i costumi. Ci saranno sempre più tavoli da gioco e postazioni per giocare liberamente. Sarà presente una nuova area dedicata al fumetto e una alla creatività, uno spazio mostra e una rinnovata sala conferenze. Sarà possibile partecipare a tantissimi tornei gratuiti di videogiochi e giochi di carte collezionabili ai quali ci si potrà iscrivere direttamente online sul sito del Giocomix.

Oltre i giochi da tavolo, i giochi di ruolo, i videogiochi e i giochi di miniature arriva un’area per i più piccoli, con tanti giochi ed esperienze, capace di intrattenere i visitatori dai 3 anni in su. Non solo LEGO, come la scorsa edizione, ma nuove aree per i più piccoli e per le famiglie. Durante l’evento torneranno i grandi raduni di Harry Potter e di Star Wars, il k-pop contest, le musiche più belle dei cartoni animati e tante iniziative sulle serie TV del momento.

“Prima del Giocomix – prosegue Guggeri – non esisteva un vero evento che racchiudesse in un unico luogo tutti gli appassionati del gioco e del fumetto. A dirla tutta i futuri fondatori e molti soci erano già attivi nell’organizzazione di eventi più piccoli e attività ludiche prima ancora della costituzione dell’associazione, avvenuta nel 2007 con lo scopo di diffondere la cultura del gioco, del fantastico e del fumetto in Sardegna. Diciamo pure che noi organizzatori siamo i primi fan del Giocomix, lo siamo sempre stati e abbiamo dedicato molto tempo e risorse per farlo crescere. Siamo grandi appassionati del mondo comics and games. Abbiamo per anni preso parte ai grandi eventi nazionali osservando la crescita del più celebre evento nazionale Lucca Comics & Games e di tutto questo mondo. Partendo da quello che accadeva in continente abbiamo pensato che anche la Sardegna dovesse avere un piccolo assaggio di ciò che avevamo vissuto in prima persona”.

Il biglietto giornaliero costa 6 euro, ma all’interno del Festival tutte le attività di gioco, compresi i tornei, saranno completamente gratuite. Ulteriori informazioni e il programma completo si può trovare al sito internet giocomix.it.