“Nues” in sardo significa “nuvole”, proprio come quelle che viaggiano rapide attraversando i cieli del Mediterraneo e come i baloon, le nuvolette che veicolano i messaggi dei personaggi dei fumetti: una polisemia che identifica un festival in cui vengono messe in dialogo fra loro, attraverso il linguaggio in continua trasformazione della nona arte, terre e culture distanti. La rassegna dedicata a comic e cartoni, giunta ora alla sua settima edizione, nasce dalla proficua attività portata avanti dal Centro Internazionale del Fumetto, diretta continuazione della Sardinian School of Comics, fondata a Cagliari nel 1993 da Bepi Vigna, sceneggiatore per la Sergio Bonelli Editore, e da Angela Cotza, esperta in grafica pubblicitaria.

Sulle ali dell’immaginario è il concept che anima l’edizione 2016 del festival, richiamandosi al rapporto complesso tra immaginario personale e immaginario collettivo e alle modalità attraverso cui si compenetrano. Il bagaglio esperienziale alla radice tanto dell’uno quanto dell’altro è oggi costantemente arricchito dall’oceano d’immagini, informazioni, film, racconti a cui si ha un rapidissimo accesso attraverso i nuovi media e i sofisticati dispositivi tecnologici che li veicolano. Se l’esigenza di fantastico e meraviglioso risponde a uno dei più potenti e atavici appetiti che caratterizzano l’uomo, quello di apprendere, e ha l’importante compito di perfezionare i mezzi grazie ai quali egli impara a conoscere (e riconoscere) la realtà, allora è lecito chiedersi in che modo l’evoluzione dell’immaginario, influenzata dal moltiplicarsi degli stimoli nell’era odierna, condizioni la nostra percezione del reale. Un tema che si rivela dunque di cruciale importanza e viene circoscritto dagli ideatori di “Nues” al panorama storico-culturale europeo e, più in particolare, mediterraneo.

Come ogni anno, il festival è ricco di appuntamenti che si snodano dall’inizio alla fine dell’autunno e dà spazio a numerosi ospiti. A inaugurare questa edizione, il 31 agosto, è stato l’incontro col pluripremiato fumettista spagnolo Paco Roca che presentava Rughe, graphic novel in cui è contenuta una riflessione amara e commovente sull’età anziana e la malattia. All’incontro seguiva la proiezione di Arrugas – Rughe, lungometraggio d’animazione tratto dall’omonimo fumetto e diretto da Ignacio Ferreras.

 

Dimonios - La leggenda della Brigata Sassari

Dimonios – La leggenda della Brigata Sassari

 

Tra le interessanti iniziative di settembre ricordiamo invece l’incontro con Alberta Basaglia che, nel suo libro Le nuvole di Picasso, ha raccontato la storia di suo padre, lo psichiatra Franco Basaglia, promotore della legge 180 del 1978 e della riforma della medicina psichiatrica. A ottobre ha avuto invece avvio la ricchissima sezione “Il cielo sopra Cagliari”, sviluppatasi tra esposizioni, seminari, visite guidate, presentazioni di fumetti e itinerari urbani dedicati agli angeli e alla loro centralità nella letteratura, nel fumetto e nelle tradizioni popolari. Non a caso il primo appuntamento è stato dedicato al comic I custodi del Golfo, episodio pilota di una serie che verrà prodotta dal Centro Internazionale del Fumetto: sceneggiato da Bepi Vigna e coi disegni di Stefania Costa, si ispira alla leggenda all’origine del nome del Golfo degli Angeli e del promontorio della Sella del Diavolo, uno dei luoghi più suggestivi di Cagliari. L’evento ha coinciso anche con l’inaugurazione della mostra Il cielo sopra Cagliari, impreziosita dall’esibizione della musicista Rossella Faa, che ha proposto la favola L’angelo dagli occhi neri – S’angiu a ogu nieddu.

E se i luoghi dell’oltre hanno animato e fatto riscoprire al pubblico una Cagliari misteriosa e “alata”, due diverse sezioni animeranno invece il calendario di novembre. La prima, “Mediterraneo_Immaginario”, ospiterà negli spazi del MEM (Mediateca del Mediterraneo), oltre all’incontro con Luca Enoch, il seminario Linguaggi e immaginario tra Europa e Africa: il fumetto mediterraneo tra differenti culture e la tavola rotonda Nuvole mediterranee. Italia, Spagna e Grecia: affinità e differenze nell’immaginario fumettistico, mentre la seconda, “Donna_Immagina”, darà spazio a un dibattito sull’immaginario femminile, nelle sue molte declinazioni, e alla presentazione del romanzo a fumetti Cattive ragazze. 15 storie di donne audaci e creative, firmato da Assia Petricelli e Sergio Riccardi.

Per prendere visione del programma completo e delle altre numerose iniziative proposte è possibile consultare il sito www.centrointernazionalefumetto.it.

 

Wonder Woman - Illustrazione di Simone Sanna

Wonder Woman – Illustrazione di Simone Sanna