A tavola l’occhio vuole decisamente la sua parte. Per questo motivo, da qualche anno, si è diffusa anche in Sardegna l’arte thailandese della scultura e dell’intaglio di frutta e verdura. Mani esperte e menti creative trasformano questi doni della natura, in vere e proprie opere d’arte. Uno dei rappresentanti di questa tradizione thailandese in Sardegna, è un pizzaiolo sassarese con uno spiccato talento per l’intaglio, tanto da essersi reinventato, con successo, decoratore e artista della frutta. Si tratta di Adriano Cossu di Sardi alla Frutta, iscritto alla Federazione Italiana Cuochi. Lo abbiamo incontrato per conoscerlo un po’ meglio.

Adriano ci racconta che la sua passione per l’intaglio nasce cinque anni fa, dopo che un’amica gli ha mostrato dei link su Facebook riguardanti l’intaglio. Così, alla prima cena in famiglia, si cimenta con delle semplici opere di assemblaggio. La prima volta intaglia un melone a forma di carrozzina usando delle arance per fare le ruote. Poi con due mele, una rossa e una gialla, intaglia dei cigni. Adriano è un autodidatta, ma la sua attitudine per il disegno e il suo passato da scultore sul legno, lo hanno aiutato a trasferire le sue conoscenze e la sua manualità, nell’intaglio della frutta e della verdura.

Recentemente hai partecipato ai campionati italiani della cucina. Com’è andata?
Lo scorso febbraio ho partecipato ai Campionati della cucina italiana nella categoria Artistica – Culinary Art. La competizione prevede che ogni giorno si svolgano delle gare diverse: dalle opere pronte, che si possono preparare comodamente a casa, alle gare live, grazie alle quali ognuno può dimostrare di cosa è realmente capace, ma con cui solo chi ha davvero coraggio si cimenta. Sono riuscito ad aggiudicarmi una medaglia d’argento nelle opere pronte e una di bronzo nella gara dal vivo. È stata un’emozione grandissima. Ricordo l’adrenalina della performance dal vivo: le mani sudavano e lo stiletto mi scivolava continuamente tra le dita per l’emozione.

 

 

Raccontaci delle opere che hai dedicato a personaggi famosi.
Ho realizzato numerosi ritratti su anguria, perché per me si presta più di altri frutti ad essere usata come una tela. Molti di questi ritratti sono riuscito anche consegnarli al personaggio che ho immortalato. Chi mi ha dato più soddisfazione è stato Gianni Morandi, una persona eccezionale. Ho scoperto per caso che Gianni Morandi, ospite per la manifestazione Sulla terra leggeri a Sassari, alloggiava ad Alghero. Allora ho realizzato il suo ritratto su una grande anguria e la mattina dopo lo abbiamo raggiunto ad Alghero presso il suo albergo. È rimasto molto sorpreso sia dalla somiglianza del ritratto, ma anche per il fatto che lo avevo realizzato su un’anguria, una novità per lui. Dopo una lunga chiacchierata, la moglie Anna ha scattato una marea di foto. Grazie al suo post online, ho ricevuto moltissimi commenti positivi anche dall’estero.
Un altro personaggio che mi ha dato molta soddisfazione è stato Franco Baresi. Anche lui era a Sassari per una manifestazione e, in fila in mezzo a tanti che volevano un autografo, io ero l’unico che era lì per consegnargli qualcosa. Anche lui è rimasto molto colpito del mio lavoro. Ho realizzato tanti altri ritratti tra cui Pino e gli Anticorpi, Benito Urgu, Elisabetta Canalis, Vasco Rossi, Sofia Loren su una melanzana, Bud Spencer, Terence Hill e Totò su delle mele.

Le opere realizzate da Adriano sono tra le più disparate. Si va dal logo di un locale, al ritratto di un personaggio più o meno famoso. Bouquet floreali con zucchine e ravanelli. Recentemente ha presentato dei collier di carote a San Pantaleo, in Costa Smeralda. Un’opera sicuramente degna di nota è una fontana zen completamente funzionante, con l’acqua che viene travasata, tramite un meccanismo, nei diversi vasi ricavati dalle zucche, sostenuti da colonne realizzate con delle carote intagliate.

Nel ringraziare Adriano per la sua disponibilità, ricordiamo che curiosando sulla pagina Facebook Sardi alla Frutta, potrete ammirare tutti i suoi bellissimi lavori.